Home Page

     
<<< torna indietro  
   
Clicca per ingrandire
Reti  
     
Con-vivere 2017- Carrara - da giovedì 7 a domenica 10 settembre.  
Le reti virtuali e quelle reali di Con-vivere 2017. Un viaggio in 3 D nei luoghi di crisi. Un challenge fotografico e “Ti lovvo”, le opere del concorso destinato ai giovani. Ecco le mostre di “Reti”

Venerdi 4 agosto 2017
Ci sono i legami affettivi, quelli tra i popoli, quelli reali e quelli virtuali nelle mostre in programma a Con-vivere 2017, il Festival organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara in programma da giovedì 7 a domenica 10 settembre.
Con il progetto “Virtuality” Tra realtà e intimità si indagherà sulla sempre più crescente propensione a mostrare la propria intimità attraverso i social network, piuttosto che nella vita reale di ogni giorno, tesi così a farla apparire, su luccicanti schermi, più piena ed emozionante di quanto in realtà sia. Saranno le foto di Viviana Di Matteo “Social Intimacy” a farci riflettere su questa contraddizione dei giorni nostri.

Sarà un'esperienza unica quella che il popolo di Con-vivere potrà fare grazie alla mostra“Con gli occhi di Medici senza Frontiere” (in programma presso lo spazio ex Martinelli) che ripercorre alcune tappe importanti della storia di Medici Senza Frontiere, soffermandosi sui contesti di maggiore attualità ed offrendo uno spaccato delle sfide e dei dilemmi che la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo deve quotidianamente affrontare. I visitatori potranno indossare visori in 3 D e fare un tour virtuale nei progetti di Medici senza Frontiere, vedere scene a 360 gradi sui luoghi di crisi e i conflitti in cui opera l'associazione.

I continenti e i popoli che li vivono, il filo conduttore, il legame che unisce il pittore con il mondo intero attraverso le sue opere, il suo linguaggio; e i legami tra civiltà geograficamente lontane e culturalmente diverse sono alla base di “Paesaggi e Volti in Relazione” Civiltà Popoli Religioni, dipinti di Marina Serri in programma a Palazzo Binelli: un percorso espositivo che si articola attraverso i dipinti della pittrice nati dalle esperienze dei suoi viaggi.

Con-vivere Carrara Festival, in collaborazione con Instagramers Massa-Carrara propone poi “#reticoli”, un challenge fotografico sulle interconnessioni a livello globale e l'interattività delle comunicazioni presenti nella quotidianità di tutti noi.
Infine, presso la biblioteca civica, “Ti lovvo. Affetti e relazioni nell'era di internet”, la mostra delle opere degli studenti del Liceo Artistico “Gentileschi” che hanno partecipato al concorso promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Carrara per approfondire il tema del Festival numero XII. “L’iniziativa – ci tiene a sottolineare la Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara – ha l'intenzione di porsi come opportunità per inserire il Festival Con-vivere nel tessuto sociale del territorio, proseguendo la proficua e attiva collaborazione impostata con gli istituti scolastici”.
 
   
   
   
Segreteria Organizzativa con_vivere